Scommesse sportive in Italia: leggi e regolamentazioni

In Italia il betting sportivo e i giochi d’azzardo sono sottoposti ad un controllo molto rigido esercitato da parte dell’AAMS.

Tutti i bookmaker migliori propongono dei palinsesti e delle offerte che rispettano la normativa vigente e che assicurano la massima tutela dei giocatori. Uno degli operatori migliori è Unibet, un marchio storico nel betting internazionale che con il suo nuovissimo Codice bonus unibet permette di ricevere dei bonus di benvenuto davvero allettanti pensati sia per gli amanti delle scommesse che per gli appassionati di casinò e giochi d’azzardo.

La disciplina italiana in tema di betting e gambling, sia online che offline, segue le direttive e le raccomandazioni del Parlamento Europeo che più volte ha chiesto agli stati membri di adottare le massime tutele soprattutto nei confronti dei soggetti sensibili, come ad esempio, i minori.

Per scommettere o giocare d’azzardo in Italia è necessario essere maggiorenni: a tal fine, nel caso delle sale da gioco e delle agenzie di scommesse territoriali gli esercenti sono obbligati a richiedere un documento di identità ai giocatori mentre, nel caso dei bookmaker virtuali, qualsiasi forma di puntata a pagamento è subordinata all’apertura di un account con l’invio di una copia di un documento di riconoscimento valido come la patente, la carta di identità, il passaporto o il codice fiscale.

Altro punto chiave della normativa italiana sul betting sportivo, attiene alla possibilità di esercizio dei bookmaker che è limitata solo agli operatori regolarmente autorizzati e dotati di licenza rilasciata dall’AAMS.

Come abbiamo accennato all’inizio, l’AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato) è l’organo di vigilanza che ha il compito di monitorare e disciplinare il settore delle scommesse e del gioco d’azzardo sia territoriale che virtuale.

Prima di puntare, verifica sempre che l’operatore da te scelto sia autorizzato regolarmente: per legge tutti gli esercenti sono obbligati a riportare chiaramente gli estremi della loro licenza. In caso di dubbio, puoi consultare il registro ufficiale disponibile sul sito internet dei Monopoli di Stato.

Altro punto importante attiene alla regolamentazione della pubblicità e della collocazione fisica delle agenzie di scommesse.

Per quanto concerne il primo aspetto, l’advertising pubblicitario è consentito solo riportando chiaramente i rischi delle scommesse e indicando il divieto per i minori.

Il posizionamento delle agenzie di scommesse, inoltre, deve essere lontano dai luoghi che il legislatore definisce come “sensibili” ossia scuole, chiese, ospedali, centri sportivi per ragazzi etc.

Negli ultimi anni il Governo italiano ha irrigidito ulteriormente le sanzioni previste per i trasgressori della legge, soprattutto per i bookmaker e per gli operatori online che hanno la possibilità di raggiungere un target notevolmente più elevato di persone.

Oltre a ciò sono state finanziate numerose campagne di informazione volte a sensibilizzare i giocatori a scommettere in modo controllato, razionale e responsabile.